Fresia   Freesia  (Fam Arideacea (cormo)

 

Genere di 20 specie di piante bulbose, originarie del Sud- Africa, rustiche solo nelle zone a clima mite,

Ogni singolo bulbo produce un piccolo ciuffo di foglie lineari nastriformi, che crescono fino ad un altezza di 50-60cm, dal centro delle quali in estate si sviluppa un sottile fusto eretto, ramificato, che porta numerosi piccoli fiori eretti, imbutiformi , riuniti in pannocchie arcuate, molto profumati e di colore bianco, bianco-giallo altezza di 50-60cm, i fusti sono sottili e ramificati e portano delle spighe unilaterali composte da fiori eretti, imbutiformi lunghi 2-5 cm. Hanno un profumo gradevolissimo e intenso.

Le F. che si coltivano in giardino sono generalmente ibridre come del resto ibride sono le F. che si coltivano in serre riscaldate . I bulbi delle F. si interrano in autunno (fino a dicembre), prima comunque che diano segni di vegetazione; i più grandi sono quelli che fioriranno per primi. Prediligono un terreno leggero (terra, sabbia, terriccio di foglie o torba)e una posizione soleggiata. Da giugno-luglio, fino alla fine della fioritura, si annaffia quando il terreno è asciutto, ogni 3-4 giorni; dal momento in cui le foglie cominciano ad appassire si sospendono le annaffiature per permettere ai cormi di entrare in riposo vegetativo. Nel periodo vegetativo fornire del concime per piante da fiore, sciolto nell'acqua delle annaffiature, ogni 10-15 giorni.

Se non si coltivano per il fiore reciso, i bulbi si lasciano indisturbati nella loro dimora. Oltre che per divisione dei bulbi, le F. si moltiplicano per seme: da seme si ottengono rapidamente e in un anno si hanno già piante pronte a fiorire. Le F. oltre che nei giardini, nelle zone a clima adatto, sono coltivate nelle serre e anche tenute negli appartamenti, ma solo per il periodo della fioritura

Per la coltura forzata in serra i bulbi (cormi) vengono invasati a metà settembre e i vasi collocati in serra temperata a una temperatura di 15-18°C (le F. non amano l'eccessivo caldo). Dopo la fioritura e quando le foglie diventano gialle, i bulbi si estraggono e si fanno seccare all'aria; si tengono poi, per il breve periodo di riposo vegetativo, in sabbia o torba, in luogo fresco dove non possano seccare troppo.