Rosa Centifolia

 

La rosa dai cento petali (Rosa x centifolia) affascina per i suoi fiori opulenti , che formano globi pesanti dal dolce profumo.

Questa classe non risale originariamente a a una forma selvatica, bensì ad un incrocio complesso tra varie specie, forse ottenuto in olanda nel XVI secolo. I pittori fiamminghi l' hanno immortalata in diverse nature morte, tanto da essere ribattezzate anche Rosa dei pittori.

Le dimensioni dei fiori e petali racchiusi verso l' interno hanno ispirato anche il nome di “ rosa cavolo”. Poiché il numero elevato di petali deriva dalla trasformazione degli stami (organi riproduttivi) questa specie risulta molto poco fruttifera e le bacche rosse autunnali sono davvero rare

Le centifolia presentano fogliame verde opaco e sono protette da sottili spine, simili a peli dritti, e altre più grosse, dalla caratteristica forma a sciabola. Le varietà più piccole stentano ad arrivare al metro di altezza mentre le più alte arrivano invece anche a 2 m.

Il portamento è sciolto, aperto e alquanto ricadente. Per alcune varietà si consiglia di legare i rami ricadenti a maggio, prima della ricca fioritura, che potrebbe piegarli fino a terra.

Nel caso di clima molto piovoso, questo problema può diventare ancora più evidente. Le rose centifolia prediligono un esposizione soleggiata e un abbondante concimazione. Anche le varietà

di questa specie fioriscono normalmente una sola volta, sebbene vi siano un paio di eccezioni.

Tra le principali caratteristiche dello rose di questo gruppo vi sono un ottima resistenza al gelo e un profumo molto intenso. La gamma cromatica va dal rosa pallido al rosso carminio.