Vespa galligera della rosa (Diplolepis rosae)
Vespa galligera della rosa.


 Vespa galligera della rosa (Diplolepis rosae)


Sintomi

Le morsicature delle larve sui rami provocano l'escrescenza di tessuto vegetale legnoso che forma delle galle attorno ai rami. Le galle sono ricoperte da filamenti vegetali verdi attorcigliati che con il maturare mutano al rosso e poi al marrone. Le piante colpite da questo insetto presentano sulla loro vegetazione questi ammassi tondeggianti molto appariscenti. 

Ciclo biologico

La riproduzione di questo insetto avviene prevalentemente per partenogenesi. Le femmine depongono un grand numero di uova senza fecondazione iniziale. Solamente solo il 4% degli adulti sono maschi. Durante i mesi di maggio e giugno, le femmine escono dalle galle formate l'anno precedente per deporre le uova nelle gemme delle rose. Dalla schiusa delle uova, le giovani larve neonate attaccano da subito la pianta ospite. Le morsicature provocano con il tempo delle escrescenze di tessuto vegetale che formano attorno alle larve le galle nelle quali le larve restano protette per tutto l'inverno, permettendo il loro sviluppo e la metamorfosi in primavera. Le femmine adulte escono dalle galle per poi continuare il loro ciclo. 

Causa

Presenza di galle dell'anno precedente che conservano le femmine durante l'inverno. 

Prevenzione

E' fortemente consigliato tagliare ed eliminare tutte le galle presenti nel rosaio.

Lotta

La presenza di questo insetto con la conseguente formazione di galle é così sporadica che il danno non assume importanza economica e non necessita quindi nessuna lotta chimica. In caso di presenza di galle, la lotta preventiva é solitamente sufficiente per gestire il