Hydrangea involucrata Hortensis
Hydrangea involucrata Hortensis.

 

Hydrangea involucrata

 

 

Specie originaria di Formosa e del Giappone, dove cresce spontanea in alcune zone dell’isola di Honshu, che cresce ad altitudini che vanno dal livello del mare fino a 1500 metri.

Il suo nome trae origine dall ’involucro, composto da sei foglioline, che racchiude il bocciolo, formando una piccola sfera ("tama”) in giapponese, L'infiorescenza, irregolarmente globosa, subisce una particolarissima evoluzione: composta da numerosi fiori fertili rosa, lillà o blu ed un piccolo numero di fiori sterili bianchi o appena rosati; questi ultimi sono portati da peduncoli che via via si allungano e portano numerosi giri di sepali bianchi che poi nel corso della maturazione iniziano ad inverdire a partire dalla base. 

Le foglie sono ruvide e di colore verde scuro .

Questa pianta può raggiungere i 180 cm di altezza; fiorisce da agosto fino ai primi freddi e risulta essere un arbusto di rara bellezza in tutte le sue varietà e di particolare interesse sia per l’epoca di fioritura (da agosto ad ottobre) che per la straordinaria durata della stessa.

Preferisce essere coltivata in zone un po’ riparate e ombrose. Introduzione in Europa, nei primi anni del ‘900. La posizione ben ombreggiata è fondamentale per questa specie, poiché il sole, anche nelle ore del giorno in cui non è particolarmente aggressivo, può marginare la foglia di secco.

E’ buona abitudine lasciare i fiori secchi sulla pianta durante l’inverno, poiché contribuiranno a proteggere le gemme a fiore dal gelo.