Le  varietà dei pelargonium (geranio)

Pelargonium zonale o geranio


igerani zonali Sono i gerani classici, quelli che colorano i balconi e i giardini di tutto il mondo.
Geranio zonale

Le diverse varietà di geranio: caratteristiche

Pelargonium ZONALI

Sono i gerani classici, quelli che colorano i balconi e i giardini di tutto il mondo.

Le loro corolle, semplici o doppie, si fanno apprezzare per la vastissima gamma dei colori che spaziano dal bianco puro al rossofuoco, attraverso molte tonalità di rosa e di rosso, fino ai viola più intensi.

Gli zonali sono adatti per ogni balcone, ogni terrazzo, ogni davanzale, purché siano collocati in una posizione soleggiata e ventilata.

I gerani zonali a foglia scura sono piante particolarmente resistenti alla temperatura elevata, poco esigenti in fatto di acqua e quindi molto esigenti al clima continentale estivo.

Con cassette di gerani monocolori puoi creare angoli particolari, dividendo i terrazzi in modo diverso, così da creare un’ambientazione del tutto personale, mentre l’alternanza di colori diversi determina affascinanti contrasti.

 

Geranio Imperiale o Pelargonium Grandiflorum


foto di geranio imperiale
Geranio imperiale

Il geranio imperiale noto anche col nome di Pelargonium grandiflorum è originario dell’Africa australe. Si tratta di una pianta erbacea caratterizzata da fusti non troppo grossi e foglie verdi lobate con i lati dentellati. La fioritura avviene in un lasso di tempo ben preciso: da maggio ad agosto. Le infiorescenze sono molto particolari rispetto alle altre specie di fiori, infatti, è proprio per questo motivo che ha questo nome. I loro colori variano dal lilla, rosa, bianco, al rosso e la parte centrale di ogni fiore parte con una colorazione sempre più scura per poi schiarirsi gradualmente; alcuni presentano anche delle venature. Durante la messa a dimora di questa varietà, occorre fare attenzione a scegliere una zona che non sia esposta al vento e, in inverno, che non sia soggetta a forti gelate.


Pelargonium edera o parigino


Pelargonium edera o parigino Questi gerani sono di tipo ricadente e possono diventare rampicanti
Pelargonium edera o parigino

Questi gerani sono di tipo ricadente e possono diventare rampicanti. Sono contraddistinti dalla fioritura precoce e dalla rifiorenza continua fino ai primi geli. Sono ideali per le fioriere o per grossi contenitori da porre al centro di un prato, giocando magari con il colore delle corolle, formando un mix allegro e spettinato, decisamente più naturale e moderno delle uniformi macchie monocolore. Formano compatti cuscini colorati in cui i rossi, i lilla, i rosa intenso o pallido delle corolle si fondono con la vivacità del fogliame, creando impatti cromatici quanto mai decorativi.

I gerani parigini sono ideali per la decorazione dei balconi, in ogni condizione climatica, sia sulle montagne che sulle coste del Mediterraneo.

Le cascate di colore unico o miste, contrastanti con l’azzurro limpido dei cieli, ci rubano sempre un’occhiata invidiosa


Pelargonium x domesticum o P. macrantum o geranio regale o geranio dei fioristi:

n realtà non si tratta di una specie vera e propria, bensì di un gruppo di ibridi, ottenuti dall’incrocio tra P. cucullatum, P. fulgidum e P. grandiflorum. Sono piante di facile coltivazione, cespugliose, dal portamento eretto che presentano foglie tondeggianti, larghe 8 cm, ruvide al tatto e con margini dentati. I fiori, che compaiono all’ascella delle foglie superiori dei fusti e dei rami giovani, riuniti in ombrelle di circa dieci esemplari, sono larghi 5-7 cm., imbutiformi con i petali increspati che possono assumere tutte le sfumature di colore dal bianco al porpora. In commercio se ne trovano numerose varietà tra le quali ricordiamo: “Aztec”, con fiori rossi con venature porpora e margini bianchi; ”Caprice”, dai fiori rosa con macchie brune; ”Grand Slam”, dai fiori malva con i petali superiori macchiati di cremisi; ”Lord Bute”, a fiori rosa screziati.


Pelargonium Crispum

Pelargonium Crispum ,questa specie presenta foglie piccole, arrotondate, trilobate, con i margini dentellati o increspati
Pelargonium Crispum

questa specie presenta foglie piccole, arrotondate, trilobate, con i margini dentellati o increspati e portate da fusti sottili, alti fino a 60 cm. La lamina fogliare se strofinata emette un gradevole e caratteristico profumo. Dalla primavera inoltrata all’inizio dell’autunno produce fiori rosa o violetto chiaro, larghi 2,5 cm. che compaiono, riuniti in gruppi di 2-3 esemplari, su corti steli. Cresce di solito fino a 50 cm. di altezza.

 

Pelargonium peltatum o geranio edera:

Pelargonium peltatum o geranio edera: questa specie presenta portamento strisciante e ricadente,
Pelargonium peltatum o geranio edera.

Pelargonium peltatum o geranio edera: questa specie presenta portamento strisciante e ricadente, con fusti angolosi e carnosi, che portano foglie simili a quelle dell’edera, lucide, tondeggianti, di colore verde brillante, larghe fino a 8 cm. Da maggio a ottobre produce fiori rosa, bianchi o maculati di rosso, larghi 4 cm., stellati e riuniti in ombrelle portate da fusti sottili e lunghi. Tra le varietà in commercio troviamo: “Blue Peter”, dai fiori color malva; ”L’Elegante”, a fiori bianchi; ”Madame Crousse”, a fiori doppi rosa carico; ”Sir Percy Blakeney”, dai bei fiori cremisi.

 

Pelargonium tomentosum

Pelargonium tomentosum, non ha vistose fioriture ma bellissime foglie, (partcolare delle foglie)
Le bellisime foglie del geranio tormentosum

Il pelargonim tormentosum appartenente al genere dei gerani aromatici. Non possiede fioriture vistose come quelle di altri gerani, ma le bellissime foglie, anche variegate e delicatamente profumate di menta lo rendono molto gradevole. I fiori sono semplici, di piccole dimensioni e di colore bianco. Da queste specie sono derivati altri numerosi ibridi con molte varietà e differenti aromi.

Durante tutta la coltura le piante vanno tenute in ambiente luminoso e poco umido. Per favorire una crescita compatta e ben formata, non si ombreggia in autunno e in inverno. L'ombreggiamentosi renderà necessario da marzo in poi, in giornate molto calde, per evitare l'appassimento delle foglie e per conseguenza, macchiature o essiccamenti. In questi giorni l'ombreggiamento non deve essere continuo, ma ristretto alle ore più calde. Ombreggiando oltre si ritarda la fioritura Inizia a fiorire verso marzo fino a circa fine ottobre

Pelargonium odoratissimum

Pelargonium Fulgidum

Con il suo fogliame argenteo, setoso e fiori rosso vivo, il Pelargonium fulgidum è un soggetto interessante e bello per i giardini costieri
Pelargonium fulgidum.

Con il suo fogliame argenteo, setoso e fiori rosso vivo, il Pelargonium fulgidum è un soggetto interessante e bello per i giardini costieri 

 il Pelargonium fulgidum è un arbusto . anche se il portamento è " strisciante" può raggiungere il metro di altezza se sostenuto.. Gli steli  semisuccosi, diventano legnosi con l'età e sono ricoperti da stipole membranose persistenti.

Le foglie sono oblunghe a forma di cuore, con margini seghettati e ricoperte da minuscoli peli argentati, che le rendono setosi. Le foglie  sono incise in  3-6 lobi  I piccioli sono lunghi 20-90 mm e sono ricoperti da peli lunghi e morbidi. 

I fiori sono scarlatti o carminio e sono portati sopra il fogliame su un lungo peduncolo ramificato, con teste a forma di umbel 4-9 fiore. La fioritura avviene dall'inverno all'inizio dell'estate (da giugno a novembre).

 

Altri specie di pelargonium

Pelargonio odoratissimum con foglie al profumo di mela
Pelargonio odoratissimum con foglie al profumo di mela

Pelargonium angulosum: presenta fiori di color porpora.

Pelargonium crassicaule: produce fiori bianchi striati di rosso.

Pelargonium cucullatum: questa specie, che può crescere fino a 80 cm di altezza, presenta un sistema pilifero molto sviluppato. È tra le specie che ha dato origine al gruppo di ibridi che costituisce P. x domesticum.

Pelargonium echinatum: somiglia molto a P. crassicaule per i fiori bianchi striati di rosso.

Pelargonium quercifolium: questa specie presenta foglie triangolari, tomentose e aromatiche, dai margini ondulati. Da aprile a giugno produce fiori rosa venati di porpora.

 

 

Pelargonium angolosum

Pelargonium graveolens 

Pelargonium quercifolium:

Pelargonium crassicaule

Pelargonium cucullatum

Pelargonium echinatum