Specie e varietà

 

 

 

Pelargonium angulosum: presenta fiori di color porpora.

 

Pelargonium crassicaule: produce fiori bianchi striati di rosso.

 

Pelargonium crispum: questa specie presenta foglie piccole, arrotondate, trilobate, con i margini dentellati o increspati e portate da fusti sottili, alti fino a 60 cm. La lamina fogliare se strofinata emette un gradevole e caratteristico profumo. Dalla primavera inoltrata all’inizio dell’autunno produce fiori rosa o violetto chiaro, larghi 2,5 cm. che compaiono, riuniti in gruppi di 2-3 esemplari, su corti steli. Cresce di solito fino a 50 cm. di altezza.

 

Pelargonium cucullatum: questa specie, che può crescere fino a 80 cm di altezza, presenta un sistema pilifero molto sviluppato. È tra le specie che ha dato origine al gruppo di ibridi che costituisce P. x domesticum.

 

Pelargonium x domesticum o P. macrantum o geranio regale o geranio dei fioristi:

in realtà non si tratta di una specie vera e propria, bensì di un gruppo di ibridi, ottenuti dall’incrocio tra P. cucullatum, P. fulgidum e P. grandiflorum. Sono piante di facile coltivazione, cespugliose, dal portamento eretto che presentano foglie tondeggianti, larghe 8 cm, ruvide al tatto e con margini dentati. I fiori, che compaiono all’ascella delle foglie superiori dei fusti e dei rami giovani, riuniti in ombrelle di circa dieci esemplari, sono larghi 5-7 cm., imbutiformi con i petali increspati che possono assumere tutte le sfumature di colore dal bianco al porpora. In commercio se ne trovano numerose varietà tra le quali ricordiamo: “Aztec”, con fiori rossi con venature porpora e margini bianchi; ”Caprice”, dai fiori rosa con macchie brune; ”Grand Slam”, dai fiori malva con i petali superiori macchiati di cremisi; ”Lord Bute”, a fiori rosa screziati.

 

Pelargonium echinatum: somiglia molto a P. crassicaule per i fiori bianchi striati di rosso.

 

Pelargonium fulgidum: è molto simile a P. cucullatum ed è tra le specie che ha dato origine al gruppo di ibridi che

costituisce P. x domesticum.

 

Pelargonium grandiflorum: presenta grandi fiori di colore bianco o rosa con nervature rosso porpora. Anche questa specie è tra le tre che ha dato origine al gruppo di ibridi che costituisce P. x domesticum.

 

Pelargonium graveolens o geranio-rosa: questa specie presenta foglie palmate che emanano un gradevole profumo di rosa. Da giugno a ottobre produce infiorescenze formate da una decina di fiori rosa macchiati di rosso scuro al centro. Cresce fino a un metro di altezza.

 

Pelargonium peltatum o geranio edera: questa specie presenta portamento strisciante e ricadente, con fusti angolosi e carnosi, che portano foglie simili a quelle dell’edera, lucide, tondeggianti, di colore verde brillante, larghe fino a 8 cm. Da maggio a ottobre produce fiori rosa, bianchi o maculati di rosso, larghi 4 cm., stellati e riuniti in ombrelle portate da fusti sottili e lunghi. Tra le varietà in commercio troviamo: “Blue Peter”, dai fiori color malva; ”L’Elegante”, a fiori bianchi; ”Madame Crousse”, a fiori doppi rosa carico; ”Sir Percy Blakeney”, dai bei fiori cremisi.

 

Pelargonium quercifolium: questa specie presenta foglie triangolari, tomentose e aromatiche, dai margini ondulati. Da aprile a giugno produce fiori rosa venati di porpora.

 

Pelargonium tomentosum: questa specie presenta un portamento strisciante. Le foglie, palmate e tomentose, se strofinate, emanano un gradevole profumo di menta. I fiori sono bianchi.

Pelargonium angolosum

Pelargonium crispum

Pelargonium x domesticum o P. macrantum 

Pelargonium fulgidum

Pelargonium graveolens o geranio-rosa: 

Pelargonium quercifolium:

Pelargonium crassicaule

Pelargonium cucullatum

Pelargonium echinatum

Pelargonium grandiflorum

Pelargonium peltatum o geranio edera: 

Pelargonium tomentosum: