Camelia sinensis

 

 la camelia sinensis è la specie dalle cui foglie si ottiene il tè, è un arbusto sempreverde che può raggiungere le dimensioni di un piccolo albero (4-6 m), a portamento espanso in esemplari annosi. Foglie alterne di 4,5-9 x 2-3,5 cm, portate da un corto picciolo (3-8 mm), ellittiche, ad apice ottuso; sono inoltre cuneate alla base, a margine grossolanamente dentato o sinuoso-dentato, con denti ricurvi e nerastri all’apice. Di colore verde tenero e lucide da giovani, diventano poi più scure e coriacee, mentre la pagina inferiore è sempre più chiara, pubescente.

I fiori, ascellari, si presentano solitari od a gruppi di 2-3; essi sono portati da corti peduncoli (8-12 mm), ricurvi verso il basso.

Il calice, sorretto da due bratteole precocemente caduche, è costituito da 5-6 sepali piccoli (4-6 mm), pelosi, ineguali e spesso persistenti anche alla fruttificazione. La corolla è costituita da 7-8 petali di colore bianco crema, ognuno dei quali di forma obovata e concava verso l’interno, di circa 2 x 2,5 cm.

La fioritura ha luogo, nei nostri climi, in momenti assai differenti, spaziando da periodi tardo-autunnali o invernali in zone particolarmente favorevoli, ad altri autunnali o primaverili in zone più fredde; i fiori emanano un profumo piacevole e delicato.